Blog
Fare SEO in Russia su Yandex

Ottimizzazione per Yandex: come fare SEO in Russia

La Russia è uno dei principali mercati esteri, e rappresenta quindi grandi opportunità di marketing. Scopri come fare SEO in Russia e come posizionare efficacemente il tuo sito web su Yandex, il motore di ricerca russo.

Sarà per il periodo di crisi in cui attualmente si trova l’Italia, o magari è solamente grazie all’effetto che la globalizzazione sta avendo su di noi, fatto sta che sono sempre di più coloro che decidono di allargare o trasferire il loro commercio all’estero.

Tra i tanti paesi con un’ottima potenzialità di mercato, la Russia è senza dubbio uno di quelli con maggiore appeal.

La Russia infatti rappresenta il principale mercato per l’export del nostro paese, ed oltre a questo i russi hanno acquisito negli ultimi anni un forte potere commerciale, che gli ha messi nella condizione di poter guardare con interesse verso i prodotti stranieri, ed in particolare verso il Made in Italy.

Ti illustrerò quindi come fare per promuovere nel migliore dei modi i tuoi prodotti nel grande stato euro-asiatico.

Yandex, il motore di ricerca russo, rivale di Google

È innanzitutto bene che tu sappia che in Russia non è la versione russa di Google, Google.ru, il principale motore di ricerca, ma bensì Yandex.

Infatti Yandex risulta essere usato da oltre il 60% degli utenti russi che vogliono fare una ricerca su internet, mentre Google solamente dal 30%, ovvero la metà.

Yandex nasce nel 1997, è quindi quasi coetaneo di Google, lanciato invece nel 1998, ed oltre ad essere fortemente presente in Russia, il motore di ricerca di Mosca ha una versione anche per la Bulgaria, la Turchia, l’Ucraina, il Kazakistan, ed infine ha anche una versione internazionale (.com) in inglese.

Web Marketing in Russia

In fin dei conti quindi, si può facilmente affermare che Yandex, per il mercato russo, è nettamente migliore di Google, poiché è un motore di ricerca prettamente sviluppato ed ottimizzato per quella zona geografica, e quindi capisce ed interpreta meglio le richieste del suo mercato di riferimento, a differenza di Google, che è mondiale, e particolarmente incentrato sul mercato inglese ed americano.

SEO su Yandex: fattori che influenzano il ranking

Poiché si parla di un motore di ricerca differente da quello che tu usi abitualmente, è necessario che ti illustri quali sono per Yandex le attività SEO maggiormente rilevanti, e sopratutto quali sono le principali differenze con Google.

Ci tengo a sottolineare però che è molto più complicato posizionarsi su Yandex rispetto a Google, oltre ad essere anche un processo molto più lento. Inoltre è bene che tu sappia che Yandex non tiene conto solo dei classici fattori SEO, come i contenuti, la link building e l’usabilità, ma anche di altri aspetti ritenuti meno importanti da Google o persino ignorati, come ad esempio la grafica del tuo sito web ed i segnali social.

Inoltre il motore di ricerca russo reputa migliore e di qualità un sito che è multicanale, cioè che non riceve visite da un solo canale, come può essere ad esempio tramite ricerca organica, ma bensì riceve visite attraverso molti canali, che possono essere ricerca organica, referral, social, paid search e visite dirette.

Dominio .ru e hosting russo

Essendo Yandex un motore di ricerca quasi unicamente russo, se proverai ad ottimizzare un sito con un dominio che non sia .ru, sarà solo un’enorme perdita di tempo, niente è importante quanto un dominio russo.

Purtroppo però, in alcuni casi non è possibile scegliere un dominio .ru, ed è quindi consigliabile in questi casi usare un dominio .com, e solo in ultima ipotesi un dominio italiano.

Nel caso che tu abbia già un tuo sito web sviluppato, ad esempio con un dominio .it per il mercato italiano, e quindi localizzato in Italia, se desideri creare una sezione del tuo sito dedicata al mercato russo, devi evitare di creare una sottocartella, del tipo cosedelweb.it/ru, ma bensì devi attivare un dominio di terzo livello, che ad esempio potrebbe essere ru.cosedelweb.it.

In ogni caso è comunque fondamentale un corretto utilizzo del tag Hreflang.

Avere un hosting russo invece è molto consigliato, soprattutto per una questione di velocità (che comunque è un fattore che influenza la SEO), ma sopratutto perché, essendo Yandex un motore di ricerca che punta molto sulla geolocalizzazione, avere un server fisicamente localizzato in Russia, con l’IP di una regione russa, non può che aiutare.

Durante la scelta dell’hosting per il tuo sito devi fare molta attenzione, poiché le nuove normative russe impongono che la gestione dei dati personali nella Federazione Russa debba rimanere su server che siano fisicamente entro i confini nazionali. È obbligatorio quindi, se tracci i dati degli utenti, come ad esempio i numeri delle carte di credito negli e-commerce, che tu abbia un hosting locato in Russia.

Oltre al dominio e al servizio di hosting, per la SEO su Yandex è importante anche l’età di un sito web: più un sito è vecchio, più è facile che questo sia nelle prime posizioni, anche per keyword molto competitive.

Attenzione però: è proprio l’età del sito web ad essere importante, e non l’età del dominio. Yandex infatti premia quei siti internet che sono on-line da molto tempo, che hanno sempre mantenuto almeno qualche pagina accessibile ai vari bot e agli utenti.

Per acquistare un dominio russo ed un servizio di hosting in Russia, ti consiglio il sito reg.com, molto usato dagli utenti europei grazie al supporto in lingua inglese ed alla possibilità di pagamento con Paypal, oltre al fatto che offre un servizio di ottima qualità. Le alternative sono beget.com e ispserver.com.

Torna all’indice

Ricerca su Yandex

Struttura dell’URL e presenza delle keyword

È molto importante per Yandex avere una corretta ed ordinata architettura delle informazioni, strutturate tutte in cartelle.

Un esempio per un articolo di un blog potrebbe essere quindi www.tuoblog.ru/categoria/articolo/.

Un ulteriore aiuto per la SEO è l’utilizzo delle breadcrumb, cioè le briciole di pane, che esemplificano la ramificazione del tuo sito e migliorano l’esperienza utente.

Sempre riguardo gli URL del tuo sito, per il motore di ricerca russo è importante che essi siano URL riscritti, e non quelli del tipo /index.php?option=com_content&id=567, ma se usi un CMS come Joomla, Drupal o WordPress non dovresti avere di questi problemi.

In genere è preferibile però scrivere i propri URL in caratteri latini, e non cirillico, per evitare problemi di decodifica con i vari motori di ricerca. Per WordPress consiglio quindi l’uso del plugin Cry2Lat.

Infine, per Yandex è molto più importante rispetto a Google, addirittura quasi fondamentale, l’uso delle parole chiave negli URL del tuo sito.

Tramite il Webmaster Tool di Yandex è possibile personalizzare gli URL inserendo la maiuscole, ottenendo un risultato del tipo www.CoseDelWeb.it/Seo/. Questa pratica non aiuta in alcun modo l’ottimizzazione ed il posizionamento del tuo sito web, ma migliora nettamente la leggibilità, e può essere quindi un valore in più a tua disposizione.

Torna all’indice

Uso dei Tag Title, degli Heading (h1, h2, …) e dei Rich Snippet

Così come per Google, anche per Yandex è molto rilevante l’uso del Tag Title, anzi forse per il motore di ricerca russo è ancora più importante, e così è anche per i Tag per i titoli h1, h2, h3 e così via.

Cosa inversa invece per quanto riguarda il Tag Description, che ha comunque un suo valore per Yandex, ma è meno considerato rispetto a quanto lo è per Google. Devi fare attenzione però che, nel caso in cui tu non compili in campo di Tag Description o esso non sia ben ottimizzato, Yandex potrebbe decidere di modificarlo a suo piacimento, magari inserendo una lista di parole chiave presenti nella pagina.

È fortemente consigliato anche l’uso dei dati strutturati (Rich Snippet) di schema.org, in modo da impostare una migliore architettura delle informazioni.

Torna all’indice

Favicon ed immagini

Ancora oggi non è bene chiaro se la presenza di una Favicon nel tuo sito web influenzi o meno il posizionamento, sia su Google che su Yandex, è importante però notare che Yandex ha deciso ormai da tempo di includerla all’interno degli snippet dei risultati di ricerca, ed è quindi buona norma inserirla e curarla.

Visualizzazione delle Favicon su Yandex

Per quanto riguarda la SEO per le immagini valgono i soliti principi di Google, come ottimizzare il tag Alt, indicare le dimensioni e creare una sitemap esclusiva per le immagini.

Naturalmente devi ricordarti che tutti i meta ed i tag delle immagini devono essere in russo, solo così infatti le tue immagini saranno indicizzate.

Yandex comunque tiene più in considerazione immagini di grandi dimensioni e di buona qualità, poiché se un’immagine è troppo piccola non si capisce cosa raffigura.

Torna all’indice

Contenuti di qualità

Così come per il colosso di Mountain View, anche per Yandex è di fondamentale importanza che i contenuti del tuo sito siano dei contenuti unici e di qualità.

Tra i due motori di ricerca c’è una piccola differenza però: Google penalizza e dà quindi poca visibilità ai contenuti duplicati e/o di scarsa qualità, Yandex invece decide di non indicizzare proprio questi contenuti.

Questa cosa fa sì che se vuoi che il tuo sito sia interamente indicizzato, dovrai per forza creare dei contenuti unici e di buona qualità.

Nel caso tu volessi verificare quali pagine del tuo sito web Yandex ha indicizzato, non devi fare altro che scrivere url:www.cosedelweb.it* | url:cosedelweb.it* nella ricerca del search engine russo.

Se hai un sito multilingua, è molto importante, sopratutto per gli articoli del blog, che i contenuti russi non siano solamente delle traduzioni dei contenuti italiani, o di qualsiasi altra lingua.

Il mercato russo infatti è diverso dal mercato italiano, inglese e/o americano, ha perciò delle esigenze nettamente diverse, oltre ad un diverso modo di approcciarsi all’utente, che non può essere espresso con delle semplici traduzioni. Avrai bisogno di veri e propri contenuti unici e di qualità per il tuo sito web russo.

Inoltre in Russia generalmente c’è un alto standard educativo, e questo implica che gli utenti russi si aspettano di trovare siti web di alta qualità, con contenuti che rispettino la cultura e la tradizione russa.

Dovrai quindi avere a disposizione, nel tuo team di collaboratori, un copywriter di madrelingua russo a cui far creare contenuti di qualità, che non siano delle semplici traduzioni, e che siano superiori alle 400 parole, poiché la lunghezza del contenuto è un altro elemento importante per il motore di ricerca di Mosca.

Torna all’indice

Geolocalizzazione del sito

Essendo la Russia un paese molto vasto, con più di 17 milioni di km² di superficie, e con ben 11 fusi orari diversi, è davvero molto importante concentrarsi maggiormente sulla regione territoriale sul quale si incentra il nostro mercato.

Perciò se ad esempio il tuo business si concentra principalmente a Mosca e nelle sue zone limitrofe, dovrai andare a lavorare e concentrati su quella stessa regione.

È quindi importante che tu inserisca, nella tua pagina di contatti, gli indirizzi, i recapiti e la mappa, tramite Yandex Maps, della tua attività in modo da geolocalizzare il tuo sito e migliorare così la conversione.

Il servizio di mappe di Yandex è molto simile a quello offerto da Google, ma che viene aggiornato più spesso, adirittura a Mosca e San Pietroburgo è aggiornato quasi quotidianamente.

Torna all’indice

Mercato Italia - Russia

Condivisioni Social

Per Google le condivisioni sociali influenzano la SEO in maniera indiretta, al contrario per Yandex queste hanno maggior valore, e vengono direttamente prese in considerazione dal motore di ricerca per la creazione della SERP.

In particolare il Social Network di maggiore influenza è VKontakte, che equivale più o meno a Facebook, ed è il network più popolare in Russia, poi più defilati ci sono Twitter, Odnoklassniki e Facebook stesso.

Quindi dovrai assolutamente implementare una strategia social efficacie all’interno della tua strategia di marketing, che risulterà molto importante anche a livello di branding.

Tramite il Webmaster Tool di Yandex è inoltre possibile mostrare i link ai tuoi account social direttamente nei risultati di ricerca.

Torna all’indice

Sicurezza

Così come Bing, anche Yandex è molto attento alle questioni di sicurezza, ed infatti uno dei principali partner del browser russo è Kaspersky, nota azienda russa che si occupa di sicurezza informatica.

È perciò molto importante che il tuo sito non contenga alcun virus o malware. In tal caso, molto probabilmente il sito non avrà un buon posizionamento su Yandex, o addirittura non verrà nemmeno indicizzato.

Per questo motivo, e per motivi di politica interna del motore di ricerca, non sono molto ben accetti i contenuti per adulti di carattere pornografico.

Inutile dire che per il motore di ricerca russo è molto ben accetto, come per Google, l’uso di protocolli HTTPS e di certificati SSL, che garantiscono una maggiore sicurezza di comunicazione sul sito web.

Torna all’indice

Gli strumenti per fare SEO in Russia

Gli strumenti per fare SEO ed ottimizzare il proprio sito web sono bene o male sempre gli stessi, di paese in paese, come i più famosi SemRush, Crazy Egg, SEOquake, Majestic Seo ed Ahrefs.

Oltre a questi però, potrebbero servirti altri strumenti specifici per il web marketing russo, eccone quindi un elenco:

1) Webmaster tool di Yandex – È il corrispettivo dell’omonimo tool di Google, e con esso puoi avere un quadro generale del tuo sito, dall’indicizzazione alle varie problematiche. Inoltre ti da un panoramica sulle keyword per cui gli utenti arrivano al tuo sito e da quale aree geografiche, oltre che a darti un elenco sui backlink in entrata. Un’ulteriore vantaggio che offre è la possibilità di modificare entro certi limiti lo snippet di una pagina web. È da considerarsi essenziale proprio per il fatto che è rilasciato da Yandex stesso.

2) AddUrl di Yandex – Strumento interno al Webmaster tool, che permette di segnalare una pagina web al motore di ricerca, per permetterne così una indicizzazione più veloce. Yandex infatti non è veloce come Google nel trovare le nuove pagine ed i nuovi siti web, sopratutto per le keyword molto competitive, ed è per questo che lo strumento di AddUrl acquisisce un ruolo fondamentale se desideri indicizzare e posizionare il tuo sito nel minor tempo possibile.

3) Wordstast – Altro tool rilasciato dal motore di ricerca russo, crea una mappatura delle parole chiave più ricercate su Yandex, con una divisione regione per regione, permettendoti così di capire quali sono gli interessi di rilievo degli utenti in Russia.

4) SpyWords – Come suggerisce il nome, questo tool permette di scoprire le keyword usate dai tuoi competitor. Per di più questo strumento è in grado di darti anche una stima del prezzo di quelle parole chiave per le campagne Pay-Per-Click, in questo modo saprai tutto sulle strategie dei tuoi concorrenti e di quanto spendano per farsi pubblicità.

5) Topvisor – Questo tool illustra gli aggiornamenti della SERP di Yandex con un ottimo storico ed una divisione per i diversi mercati.

6) Pr-Cy – È un semplice tool che analizza il tuo sito web e ti fornisce una serie di dati da conoscere prima di effettuare un’attività SEO, come ad esempio per quali keyword è posizionato, i link in entrata ed i valori di PageRank e TIC, cioè indice tematico di citazione di un sito.

7) Yandex Metrica – È una piattaforma di analisi dati rilasciata da Yandex, e corrisponde più o meno a Google Analytics. Anche se non è un vero e proprio strumento per la SEO, è comunque fondamentale per ogni strategia di marketing in Russia poiché serve per monitorare i dati.

Torna all’indice

Aggiornato il 29 luglio 2017

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi