Blog
Come ottimizzare una landing page

Come ottimizzare una landing page: 11 consigli vincenti

Una Landing Page è un elemento fondamentale per il marketing online, poichè è il miglior strumento per convertire un utente in cliente. Scopri quindi come ottimizzare al meglio una Landing Page per aumentare le tue vendite.

Una Landing Page, o cosiddetta pagina di atterraggio, è una singola pagina web pensata e strutturata a fini di vendita, essa è infatti una pagina costruita unicamente per convertire e trasformare così i tuoi lettori in tuoi clienti.

Con essa puoi promuovere ad esempio l’uscita di un tuo nuovo e-book, o di un altro info-prodotto che hai messo in vendita, predisponendo all’interno della pagina un bel form per l’acquisto, oppure per promuovere il tuo brand ed i servizi che offri, o anche semplicemente per evidenziare delle particolari offerte e promozioni della tua attività.

In genere una Landing Page è raggiungibile dopo aver cliccato su un banner pubblicitario, ed è quindi una pratica molto comune per chi fa uso dei servizi come Adwords.

Ecco qui 11 semplici ma essenziali consigli per ottimizzare la tua Landing Page e raggiungere il massimo delle conversioni:

1. Sii sintetico e migliora l’impatto visivo

Una delle peculiarità delle Landing Page è la sintesi, esse infatti sono sempre concise e composte solo dagli elementi essenziali.

Per questo motivo, anche i testi non possono essere molto lunghi e discorsivi, anche perché diciamoci la verità, nessuno quando arriva a comprare on-line ha voglia di perdere tempo a leggere pagine e pagine di contenuti.

Perciò nelle Landing Page acquistano una grande rilevanza anche le immagini e/o video utilizzati, proprio perché questi riescono ad esprime concetti e sensazioni in modo molto diretto e conciso, ovvero in maniera nettamente migliore, in questo caso, delle parole.

Occhio però a non esagerare, gli elementi grafici da usare devono essere studiati per bene, ed essere posizionati nei giusti posti, senza appesantire troppo l’impatto visivo dell’utente.

Torna all’indice

4. Usa una Call to Action efficace

La Call to Action è di gran lunga l’elemento più importante all’interno di una Landing Page, poiché essa ha il compito di portare l’utente a compiere immediatamente l’azione richiesta.

Una Call to Action deve essere ben posizionata, e sopratutto sempre visibile, sin dall’inizio della pagina, e cliccandoci deve portare immediatamente al form di conversione.

Anche in questo caso è importante che la chiamata all’azione non sia troppo invasiva ed ingombrante, sennò rischi di ottenere l’effetto contrario a quello desiderato.

Torna all’indice

5. Usa i giusti colori

Normalmente, per qualsiasi progetto web, vengono usati i colori relativi al tuo brand, cercando sempre di creare una composizione armonica, senza appesantire troppo la vista dell’utente.

Per le Landing Page però, oltre ai soliti colori dei tuoi progetti web, è importante cercare di usare i colori che trasmettano le giuste sensazioni all’utente.

Di solito infatti, il rosso è considerato come un colore che non stimola molto il clic, mentre al contrario il blu, l’azzurro, l’arancione e sopratutto il verde sono colori molto positivi e che, se usati per le call to action, generano molte più conversioni.

Call to Action

È bene sottolineare comunque che non sempre ciò è vero, poiché se ad esempio il layout della tua pagina fosse tutta verde, una call to action verde non verrebbe nemmeno notata, perdendo quindi tutta la sua efficacia, e facendoti perdere molti potenziali clienti.

Un’altra cosa importante nelle Landing Page è l’uso degli spazi bianchi, che non deve essere sottovalutato, poiché ogni elemento della pagina deve avere il suo determinato spazio, in modo che gli venga dato il giusto risalto.

Torna all’indice

6. Punta sulle referenze

Per chi compie degli acquisti on-line, i feedback di chi ha acquistato quel prodotto prima di lui sono molto importanti, possono influenzare la sua decisione in maniera molto forte.

Allo stesso modo, nella pagina di conversione, inserire dei testimonial favorevoli al tuo scopo non farà altro che aumentare la fiducia verso il tuo prodotto/servizio che offri, in special modo se questi testimonial sono personaggi molto autorevoli e noti nel proprio campo di competenza.

Torna all’indice

7. Usa un form snello

È molto importante che il form della pagina sia il più snello possibile, ovvero con il minor numero possibile di campi da compilare, devi inserire quelli realmente essenziali al fine della conversione dell’utente, come ad esempio il nome e l’indirizzo email.

Se è possibile inoltre dovresti evitare persino di inserire il captcha, poiché scoraggia la maggior parte degli utenti che si trovano a compilare un form, nonostante siano interessati al prodotto.

Torna all’indice

8. Inserisci i tuoi contatti

Purtroppo molti utenti quando si trovano davanti ad un form passano oltre, senza compilarlo, anche se in realtà sono interessati a ciò che offri loro.

Questa diffidenza verso i form di conversione può essere un grosso problema per te, ma che puoi facilmente risolvere inserendo anche i tuoi recapiti personali, come ad esempio il numero di telefono e l’indirizzo email.

Naturalmente questa è una scelta che farai controvoglia, perché in effetti è preferibile che la richiesta ti sia inviata tramite compilazione dei campi del form on-line, per un miglior tracciamento del numero delle richieste che arrivano dalla pagina, ma in fin dei conti il tuo scopo finale è unicamente quello di convertire l’utente in cliente, e quindi puoi anche fare questo sacrificio.

Torna all’indice

9. Velocizza la tua pagina

L’equazione è molto semplice: caricamento della Landing Page molto veloce è uguale a molte conversioni.

In genere non è difficile creare una di queste pagine in modo che risulti essere veloce, ma è bene comunque sottolineare alcuni aspetti fondamentali.

Ad esempio è importante evitare chiamate esterne, ad esempio con degli script derivanti dai social network, poiché all’utente in questa fase di acquisto non gli servirà a nulla sapere quanti Like ha la tua pagina di Facebook oppure di poter pinnare le tue immagini tramite il bottone Pin It.

Le immagini poi devono essere ben ottimizzate, come per il resto del tuo sito.

A livello di codice poi, è importante che questo sia il più snello possibile, ed è per questo che in genere è preferibile creare le pagine di atterraggio direttamente in codice HTML puro, senza l’uso di un CMS, anche se questo è un aspetto secondario, e quindi non consigliato per chi non è un vero e proprio esperto.

Torna all’indice

Esempio Landing Page

10. Per ogni prodotto crea la sua Landing Page

Se hai molti prodotti in vendita, oppure vuoi proporti per più tipologie di servizi, la tentazione di elencarli tutti nella solita Landing Page è forte, ma questo è un errore da non commettere assolutamente.

In tal caso infatti, la tua pagina non risulterebbe per niente ottimizzata, ed inoltre il risultato ottenuto sarebbe solamente quello di confondere notevolmente i tuoi utenti che atterrano su questa pagina di vendita, riducendo così le tue possibilità di guadagno.

Perciò è molto importante creare diverse Landing Page, una per ogni cosa che vuoi promuovere, ed otterrai così un tasso di conversione nettamente più alto.

Torna all’indice

11. Effettua A/B Test e monitora le statistiche

È necessario che, una volta attivata la tua Landing Page, tu controlli scrupolosamente i dati e le statistiche che essa raccoglie, come ad esempio il Bounce Rate ed il Conversion Rate.

Solo con un’attenta analisi dei dati, riuscirai a capire quali sono i difetti della tua pagina, ed in seguito riuscire ad ottimizzare la tua Landing Page.

Un’altra pratica molto efficiente, che ti permette di migliorare le tue pagine di conversione, è l’eseguire degli Split Test, o più comunemente chiamati A/B Test.

Questi test consistono nel creare due versioni della stessa Landing Page, che differiscono da pochi (o anche solo uno) particolari.

Se ad esempio vuoi testare se è più efficacie l’uso di un bel video rispetto ad un’immagine, crei due versioni della pagina, una che presenta il video, ed una che invece contiene la foto.

In questo modo, dopo un determinato lasso di tempo, potrai confrontare i risultati ottenuti da entrambe le tue pagine, e vedere quale versione ottiene maggiori risultati.

Se desideri approfondire l’argomento sull’A/B Test, puoi leggere questo articolo su TagliaBlog.

Torna all’indice

 

Ora che conosci questi segreti non hai più scuse, crea la tua Landing Page ed inizia a guadagnare sul serio!

Aggiornato il 13 dicembre 2016

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi